Metodo didattico

IESS rappresenta l’alternativa. Nato per raccogliere le sfide della modernità, supera l’approccio tradizionale all’apprendimento grazie a un metodo didattico attivo e laboratoriale, che consente agli studenti di partecipare attivamente alle lezioni ed imparare dall’esperienza. Basato su tre sole lezioni giornaliere, per consentire agli studenti di concentrarsi, sia in classe che a casa, su tre sole materie, il metodo IESS si compone di 6 fasi:

 

1. Preparazione della lezione

1. Preparazione della lezione

Il docente progetta lezioni stimolanti, utilizzando foto, video, mappe e altri materiali multimediali, tutti pubblicati sui corsi on line della scuola e accessibili agli studenti via iPad, anche da casa!
Predispone attività e laboratori che consentono agli studenti di mettere in pratica, già in classe, i temi trattati e adotta schemi e modalità flessibili, in funzione delle esigenze didattiche.
Tre sole lezioni, da 1 ora e 40 minuti, consentono agli studenti di concentrarsi ogni mattina su poche materie svolgendo, già in classe, un lavoro approfondito da completare in modo agevole a casa.

2. Lezione introduttiva

2. Lezione introduttiva

In classe, l’insegnante presenta gli argomenti attraverso lezioni brevi, interessanti e multimediali, che stimolano l’interesse e la partecipazione.
Entusiasta e motivato, incoraggia la riflessione critica, favorisce il confronto e la libertà di espressione e coinvolge gli studenti, che partecipano attivamente alla lezione in un clima sereno di fiducia e collaborazione.

3. Laboratorio

3. Laboratorio

A seguito della lezione introduttiva, gli studenti svolgono le attività di laboratorio per consolidare, già in classe, gli argomenti trattati.
Individualmente o in gruppo, leggono i testi, schematizzano gli appunti, preparano mappe concettuali e svolgono esercizi e ricerche.
L’insegnante segue il lavoro degli studenti da vicino in modo attivo e interessato, stimolando l’approfondimento e la riflessione.

4. Verifica di comprensione

4. Verifica di comprensione

A seguito del laboratorio, l’insegnante riprende la lezione e verifica che gli argomenti siano stati compresi.
Propone domande, stimola il ragionamento, chiarisce i dubbi e integra i temi trattati.
Infine verifica i risultati ottenuti rispetto agli obiettivi, esplicita le modalità di valutazione e assegna il lavoro a casa, fornendo le indicazioni di studio, sempre disponibili anche sui corsi on line della scuola.

5. Lavoro a casa

5. Lavoro a casa

Gli studenti proseguono a casa il lavoro iniziato in classe, svolgendo le attività assegnate e rispettando le indicazioni di studio e le scadenze.
Grazie all’iPad, inviano i dubbi e i compiti svolti ai docenti, che li seguono anche da casa.
S’impegnano con metodo ogni giorno, non solo per le verifiche, consapevoli che il proprio lavoro viene verificato continuamente.

6. Verifica di apprendimento

6. Verifica di apprendimento

All’inizio della lezione successiva l’insegnante verifica il lavoro svolto a casa, utilizzando non l’interrogazione tradizionale ma la discussione di gruppo, nella quale coinvolge gli studenti a rotazione con domande mirate e stimoli al ragionamento.
Più che le nozioni, verifica che siano stati compresi i concetti fondamentali.
Secondo i principi dell’Active Learning, non dà voti ma feedback formativi sui risultati, spiega gli errori e fornisce indicazioni per il miglioramento, assegnando esercizi e attività di potenziamento anche personalizzate.